Tutti i proprietari di cani sanno riconoscere quando il loro cane è affamato o vuole ottenere del cibo e cerca in tutti i modi di attirare l’attenzione per di farci capire che è il momento della pappa. Quando si è intenti a cucinare o si è seduti a mangiare, il cane spesso cerca di farsi notare in qualsiasi modo: abbaiando o piagnucolando, girando su stesso e cercando il contatto fisico con il padrone. Proprio queste piccole routine e abitudini del tutto normali, sono parte della quotidianità di chi vive con un cane e ciò che rende la vita con loro buffa e speciale.

Tuttavia è molto importante saper distinguere il senso di fame del cane dalla sua golosità, per fornirgli un’alimentazione adeguata e bilanciata. I cani, infatti, sono golosi per natura, perché data la scarsità e l’insicurezza del cibo a cui i loro avi erano abituati, hanno mantenuto l’abitudine di mangiare qualsiasi cosa sia al momento disponibile. Per lo stesso motivo i cani non sono molto abituati a porsi un freno quando sono sazi, ma preferiscono fare scorta di cibo quando questo è disponibile.

Nel considerare il loro senso di fame è molto importante valutare lo stato di salute e la forma fisica del cane considerando alcuni paramenti che modificano il loro fabbisogno nutrizionale come l’età, l’attività fisica che compiono giornalmente ed eventuali stati di malattia o convalescenza.

A prescindere dall’appetito del cane è bene seguire dei paramenti oggettivi e puntali: rispettare le quantità degli alimenti indicate direttamente nelle confezioni oppure farsi aiutare da esperti se seguiamo una dieta casalinga. Inoltre è bene curarsi delle calorie ingerite giornalmente, che devono essere di ammontare constante per non creare ripercussioni sul metabolismo e la digestione e per evitare inoltre decifit o surplus calorici che nel lungo periodo possono avere conseguenze rilevanti.

Preferire cibi più proteici e meno grassi, che oltre a saziare più velocemente sono più indicati per mantenere la forma fisica. È bene prestare attenzione anche ai fuori pasto che si concedono al cane: premietti e snack devono essere della giusta quantità e di qualità.

Per frenare la voracità del cane ci sono invece alcuni accorgimenti che possono essere adottati: dividere i pasti durante la giornata ed evitare di somministrare il pasto una sola volta al giorno, preferire alimenti secchi che stimolano la salivazione e una prolungata masticazione, presupposti essenziali del senso di sazietà.

Inoltre è bene selezionare alimenti ricchi di fibre contenute nei cereali e in certi tipi di frutta e verdura, perché hanno un ampio potere saziante, vengono digerite più lentamente e mantengono in salute l’apparato digerente. Il tipo di fibre selezionate deve essere di qualità affinché le loro proprietà siano valorizzate: preferite i cereali integrali e frutta e verdura cotte e processate delicatamente, come la cottura al vapore, prive di additivi artificiali quali conservanti, coloranti e aromi. Diet Flakes assicura tutte queste proprietà e sostituendolo in misura del 10-25% al cibo usualmente consumato garantisce la dose adeguata di fibre giornaliere. La variante Diet Flakes Herbs unisce una composizione più leggera perché priva di mais, con le proprietà di prezzemolo e rosmarino, che supportano l’igiene orale e la salute intestinale.

Se il vostro cane non smette di pensare al cibo e attira le vostre attenzioni, cercate di distrarlo con attività che lo tengano mentalmente impegnato e lontano dal cibo, giocate con lui, portatelo a fare una semplice passeggiata, spazzolatelo e coccolatelo. Passare del tempo con il proprio cane è oltre all’alimentazione bilanciata, un altro modo per prendersi cura della sua salute.