Dieta Barf: come è strutturata?

La dieta BARF è un regime alimentare ideato dal veterinario australiano Ian Billinghurst e il suo acronimo sta per Biologically Appropriate Raw Food, ossia cibo crudo biologicamente appropriato. La dieta, inizialmente sviluppata per il regime alimentare del cane, è stata poi declinata per tanti animali domestici, in primis per il gatto.

Il fondamento di questo regime alimentare, risiede nella convinzione che gli antenati degli animali domestici si sono nutriti per milioni di anni di carne, ossa e interiora crude, così come fornite dalla natura sotto forma di diverse possibili prede che componevano la loro dieta selvatica. Pertanto i sostenitori della dieta BARF sono convinti che alimentare i propri animali domestici con questa filosofia, sia la scelta migliore per il loro sistema digerente, che si è sviluppato con questo tipo di alimentazione.

I vantaggi sulla salute degli animali che si riconducono a questo regime alimentare sono svariati: manto splendente, denti sani e puliti, eliminazione dell’alito cattivo, vitalità ed energia, miglioramento della forma fisica e maggiore appetibilità per l’animale. Oltre ai benefici esistono anche delle obiezioni che vengono mosse a questo regime alimentare, come il rischio d’intossicazione per carni crude non correttamente conservate, rischi nell’ingestione di frammenti di ossa ed ipotetico aumento dell’aggressività.

Ma quali sono gli alimenti di cui si compone la dieta BARF?

In diverse percentuali secondo le diverse correnti del regime alimentare e l’animale domestico per cui è pensata, la dieta BARF prevede una quota principale di carne da tessuti muscolari, seguita da carne con ossa morbide ricche di cartilagine, interiora di diversa natura, frutta e verdura e ulteriori alimenti come latticini, uova, pesce e semi. Il tutto rigorosamente crudo.

Approcciarsi alla dieta BARF può sembrare complesso e articolato. Le regole fondamentali sono quelle di:

  • Affidarsi al proprio veterinario per un regime alimentare personalizzato per il proprio animale
  • Scegliere alimenti di qualità, conservati correttamente
  • Introdurre questo regime alimentare gradualmente

Inoltre, per facilitare l’adozione di questa alimentazione esistono in commercio integratori e prodotti sviluppati proprio per essere integrati nella dieta BARF per fornire una dieta bilanciata e pratica.

Degli ottimi prodotti d’integrazione alla dieta BARF del tuo cane sono i Diet Flakes e i Diet Flakes Herbs. Entrambi i prodotti 2G PET FOOD, sono composti di alimenti di prima qualità, controllati e certificati per integrare il regime alimentare con fibre e nutrienti importanti per la salute del cane. Fiocchi di cereali e verdure delicatamente processati, conservano le loro caratteristiche nutrizionali e aumentano digeribilità e leggerezza, senza sacrificare il gusto. Diet Flakes è la miscela ricca di cereali integrali e verdure fresche, mentre 15 oltre ad una composizione più leggera racchiude il gusto e le tante proprietà antiossidanti, depurative e digestive di rosmarino e prezzemolo.

Qualsiasi regime alimentare venga scelto per il proprio cane, quello a cui non si deve mai rinunciare è la qualità degli alimenti, perché l’amore per il proprio pet passa anche attraverso la cura della sua alimentazione.